Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per consentire la fruizione ottimale del sito. Proseguendo la navigazione, si accetta il nostro utilizzo dei cookie.
Ok
[ Torna indietro ]
Ti trovi inHome page>Info

Bilancio 2018: SACA mette il turbo

img

(Bologna, 19 Giugno 2019). Il 2018 è stato un anno ricco di soddisfazioni per il Gruppo SACA, che ha chiuso l’esercizio con un importante incremento dei ricavi, saliti da 46 a 50 milioni di euro, e delle unità lavorative, passate da 770 a 790. In sensibile aumento poi gli ammortamenti legati agli ingenti investimenti (cinque milioni di euro) effettuati dalla cooperativa bolognese per l’acquisto di nuovi, moderni, mezzi e la realizzazione di nuove opere infrastrutturali.

“Questi brillanti risultati – ha sottolineato il presidente Alessio Passini, in occasione dell’Assemblea svoltasi a Bologna per l’approvazione del bilancio – sono il frutto del grande impegno quotidiano profuso da tutti i soci e i dipendenti dell’azienda”.

Leader nel settore dell’autonoleggio con conducente di auto, pullman e furgoni e attiva nel trasporto pubblico locale in Emilia Romagna e Liguria, con oltre 11 milioni di chilometri percorsi ogni anno, SACA (Società Autonoleggio con Autista) prosegue la propria crescita sul piano strutturale.

La cooperativa aderente a Confcooperative sta infatti completando un nuovo impianto logistico su un’area di oltre 15.000 metri quadrati alle porte di Bologna, che sarà inaugurato in autunno.

“L’ampliamento dell’attività logistica – afferma Alessio Passini – rappresenta per noi una grande sfida in quanto la nostra offerta aumenta e punta a soddisfare un target di clientela con necessità diverse. L’obiettivo è utilizzare la nostra riconosciuta capacità di adattamento alle richieste dei clienti e del territorio per rispondere a questi nuovi bisogni con l’elevata qualità e la costante innovazione dei nostri servizi e processi aziendali”.

In linea con questa innata volontà di migliorare la comunità, interpretando e cercando di risolvere le esigenze che manifesta, nel 2018 SACA ha partecipato all’organizzazione di un corso di formazione per consentire a soggetti espulsi dal ciclo lavorativo di ottenere la patente e il certificato di qualificazione per la guida dei mezzi pesanti di trasporto persone. Un’iniziativa realizzata all’interno del Progetto Insieme per il Lavoro, promosso da Comune di Bologna, Arcidiocesi di Bologna, Città Metropolitana, Associazioni di categoria e sindacali.

Organizzato assieme a Confcooperative Bologna ed Irecoop Emilia Romagna, questo progetto  sta molto a cuore a SACA in quanto permette di offrire a soggetti in difficoltà economica la possibilità di entrare o ritornare nel mondo lavoro attraverso un titolo particolarmente oneroso che da soli non sarebbero stati in grado di ottenere. Alla luce della domanda crescente di autisti professionisti nel trasporto merci e persone, poi, chi ha frequentato questo corso di formazione e qualificazione dovrebbe riuscire a trovare un’occupazione in tempi piuttosto rapidi.

 

Nel 2018 è iniziata un’altra nuova attività per la cooperativa bolognese. Fin dal debutto, avvenuto in autunno, infatti, SACA partecipa attivamente al CAR Sharing elettrico di Bologna e Ferrara denominato ‘Corrente’. Un servizio efficace e rispettoso dell’ambiente, in grado di intercettare spostamenti di breve-medio raggio effettuati in automobile da un punto ad un altro, a flusso libero, in una vasta zona urbana che comprende il centro storico e gran parte della città.

“La mobilità delle persone – ricorda Passini – ci vede protagonisti di primo piano in un mercato sempre più competitivo, caratterizzato da mutamenti estremamente rapidi e profondi”.

Questa attività conferma la storica vocazione green dell’azienda bolognese le cui strategie sono da sempre indirizzate al massimo rispetto dell’ambiente. Oltre alla partecipazione al CAR Sharing Full Electric, va in questa direzione la scelta di alimentare con energie rinnovabili la storica sede bolognese e il nuovo impianto di Castel Maggiore (Bo) con l’obiettivo di sostenibilità di arrivare nel 2020 ad ottenere l’impatto zero in tutti gli impianti del Gruppo.

“Dal punto di vista operativo – conclude il presidente – le nostre linee specializzate di collegamento con l’Aeroporto di Bologna e quelle estive per la riviera romagnola e per i parchi tematici e termali stanno registrando una crescita costante e si pongono sempre più come una valida alternativa al trasporto privato. Da anni sosteniamo che attraverso i nostri servizi dobbiamo aiutare le persone a cambiare la cultura di mobilità, puntando ad una mobilità condivisa e collettiva che deve essere l’obiettivo comune di istituzioni pubbliche e imprese private. Questo esercizio rende la nostra cooperativa ancora più solida e dopo i numerosi investimenti effettuati negli ultimi anni adesso SACA deve sviluppare ulteriormente questi nuovi, importanti, asset ed aumentare così costantemente la propria competitività”.

Partners